The Chef

La decima puntata

Una semifinale al cardiopalma, doppia eliminazione e sfida individuale a sorpresa per accedere alla finale di The Chef

08:50
 Diario
Tag: decima puntata, the chef, riassunto

La scorsa puntata è iniziata con una sfida di pasticceria. Cremini al mascarpone rielaborati secondo la parola chiave futurista. Non tutti sono stati in grado di realizzare un buon piatto e dopo la sfida tra i peggiori Marco e Monica, il maresciallo ha avuto la peggio ed è stato l’ottavo eliminato. Francesco si è riscattato rispetto alla puntata precedente ed è stato eletto il migliore, scegliendo come equilibratore di andare in squadra con Chiara Maci al posto di Alessandro.
Inizia la semifinale, Oldani allarma subito i concorrenti che le prove che dovranno affrontare saranno molto più dure delle puntate precedenti. Da sei concorrenti rimarranno solo in 4 alla fine della puntata. La prima sfida è tratta dalla rivista Sale&Pepe e si tratta di: "Rollè di petto in crosta con fonduta". Parola chiave: CHIC.


 

15 euro a concorrente per la spesa, Alessio ha in più un bonus di 20 euro. 1 ora di tempo, via alla spesa.
Tornati in studio è il momento della Spending Review, i due coach mostrano ai giudici le proprie spese iniziando da Chiara che oltre agli ingredienti base ha scelto uva, radicchio, uvetta, mandorle, e lenticchie rosse. Oldani trova un piccolo errore, l’abbinamento tra carne e formaggio, si raccomanda di trovare il giusto equilibrio tra i due ingredienti. Alessio scopre la sua spesa e presenta le sue scelte: grana padano, melagrana, miele, cavolo viola e mela. Il bonus non è stato speso da Alessio “Concentrati sul gusto più che sul lato estetico” suggerisce Oldani.
 

Si confidano coach e squadre e la gara può avere inizio. A disposizione 45 minuti di tempo. Via al Cooking Time.
“Interpetrare” parola molto utilizzata da chef La Mantia diventa motivo di scherzo tra lui e Oldani durante il Cooking Time, Chef Oldani infatti, non riesce a trattenere le risate.
3,2,1 Stop al Cooking Time
Iniziano gli assaggi.
Squadra neri. Francesco ha voluto realizzare un piatto pulito con colori tenui, la crema è realizzata con panna e taleggio, uvetta pane e timo all’interno del rollè per dare un sapore dolce e prosciutto crudo disidratato insieme alle mandorle per dare la croccantezza all’esterno. Presenta il tutto con dei “florant” di pasta sfoglia. Oldani “tres chic è il florant, potresti fare 10 volte di più di quello che fai, non approfondisci”. La Mantia “mi piace molto”.
 

Nicole “incontro”. Involtini croccanti, e la fonduta al centro. Oldani “la fonduta è molto granulosa”. All’interno, radicchio, uva sultanina e pane. Oldani “la pasta è cruda”. La Mantia “è buono”.
Melissa “rollè ripieno con radicchio e uva” . Oldani “poco chic, non ha un equilibrio tra dolce e salato. L’uva non è dolce. La Mantia “non sa di uva” Oldani “è piu kitch che chic”.
Valentina “Spirale di tacchino”. Rollè con spolverata di pistacchio nella pasta sfoglia, cavolo rosso con mela uvetta e aceto come fondo. Oldani “la pasta è un po’ cruda, l’errore è la pasta sfoglia” .
Monica “Rotolini con pistacchi e crudo di Parma” La Mantia “disarmonia prestabilita”- Oldani “di chic c’è il gusto, mi piace ma è un po’ asciutto, la sfoglia se troppo sottile diventa sablè” La Mantia “il gusto c’è e la consistenza finale risulta stopposa”
Alessandro “ Giardino Prezioso”. La Mantia “ha perso un po’ la parte sotto della sfoglia”

La Mantia “mi piace, morbido gustoso e visivamente intrigante”.
I due giudici si confrontano e quindi sono pronti a stabilire il verdetto. “Non riveleremo la squadra vincitrice”. Si parte dai peggiori. Squadra bianca: Monica e Valentina. Squadra nera: Melissa e Nicole.
I concorrenti che andranno ad affrontare la sfida dei peggiori sono: Melissa e Valentina.
Già nella sfida dei 14 si erano trovate a gareggiare insieme.
La seconda sfida avrà come obiettivo quello di replicare una videoricetta caricata sul sito www.thechef.mediaset.it e www.16mm.it. Carbonara di Gamberi di Andrea Tartaglia. In studio come ospite c’è  Andrea che consiglia di cuocere poco l’uovo per non far diventare la crema di carbonara una frittata.
Il tempo a disposizione è di  15 minuti incluso l’abbinamento del vino. La novità della sfida è che chi consumerà meno energia avrà una sorpresa a fine gara.

Via al Cooking Time
Valentina ha finito prima la prova quindi avrà come premio una fornitura di gas ed energia gratuita per un anno.
Gli  chef assaggiano i piatti delle due sfidanti.
Si parte da Melissa. La pasta è cotta bene per lo chef La Mantia.
Si passa a Valentina. Anche la sua pasta è cotta bene.
I giudici si confrontano. Entrambi i piatti erano ben fatti. Valentina ha dato un tocco elegante aggiungendo la menta alle zucchine, quindi la persona eliminata è… Melissa.


Non ci sarà nessun migliore né squadra vincitrice in questa puntata. Le squadre sono sciolte e la gara continuerà in maniera individuale. I coach non si occuperanno più dei concorrenti che d’ora in poi indosseranno dei grembiuli grigi.

Oldani fa entrare in studio un nucleo familiare, la famiglia Barboni.
 

Per questa sfida ad eliminazione con accesso diretto alla finale i concorrenti dovranno cucinare per la famiglia, realizzando un intero menu in grado di soddisfare le esigenze e i gusti dei membri della famiglia.
I coach hanno già incontrato la famiglia e possono aiutare i concorrenti raccontando loro i gusti e le intolleranze dei singoli membri della famiglia.
Inizia Chiara:
- Lucrezia, la figlia è allergica al uova e derivati;
Alessio:
- Il signor Giampaolo è intollerante a latte e latticini;
I ragazzi iniziano a fare domande direttamente agli ospiti. Il quadro finale è il seguente:
Di ogni piatto i concorrenti dovranno realizzare 7 porzioni, per la famiglia e per i due giudici.
35 minuti di tempo

Stop al Cooking Time
Il primo a servire il proprio piatto è Francesco, spaghetti al pesto con grana padano e finferli.
Si prosegue con Nicole, spaghetti con petto di pollo profumato al finocchio, pomodorini caramellati al forno e funghi, tranne che per i bambini.
E il turno di Alessandro che chiede subito scusa per non aver messo il sale nell’acqua della pasta e propone degli spaghetti al pesto leggero.
Valentina, serve il “risotto tricolore” al pomodoro e mozzarella, senza basilico per i bambini e mantecato con il grana per il nonno.
Monica infine presenta la sua vellutata di zucca con gamberi, stracciatella di mozzarella e zucca fritta.
Dopo aver assaggiato i piatti, la famiglia si consulta con i due giudici. La decisione viene quindi presa insieme ed è quella di eliminare Alessandro, fatale il suo errore di sapidità della pasta.
I finalisti dunque sono Monica, Valentina, Francesco e Nicole.

I nostri consigli